estetica eubiotica

Cos’è L’Estetica Eubiotica?

Estetica eubioticaL’ Eubiotica applicata all’estetica si propone il fine di fornire alla pelle tutte e sole sostanze necessarie, utili e completamente integrate coi suoi cicli di vita, senza privarla di alcun suo componente o elemento. La cosmesi eubiotica, infatti ha come obbiettivo il ripristino del normale equilibrio biologico dell’epidermide e dei suoi sub-strati, mitigando gli effetti che nascono dai suoi eccessi o carenze di equilibrio.  I cosmetici eubiotici contengono le stesse sostanze che servono a nutrire l’organismo e sono biodisponibili dalla pelle al 100%.

Che cos’è il ph

Il pH è una sigla utilizzata in chimica per indicare la concentrazione idrogenionica di una sostanza.

Si tratta, in altre parole, della scala della concentrazione di molecole di Idrogeno (H) rintracciabili in tutti i composti organici: dalle acque ai vegetali e fino agli alimenti. Il pH si misura con una scala convenzionale di valori che va da 1 a 14.

I numeri più bassi indicano che la concentrazione di idrogenioni è bassa e in questo caso si dice che una sostanza è tendenzialmente acida. Si considerano acide tutti quei composti o sostanze con pH dal 7 in giù, come ad esempio il succo di limone, l’aceto, i succhi gastrici del corpo umano, molti tipi di frutta.

Qual è il pH della pelle?

Il pH della pelle è acido e si mantiene tra 4.2 e 5.6.

Acne, allergie e altri problemi della pelle peggiorano quando la pelle diventa più alcalina.

Attenzione ai saponi che hanno pH diverso, ad esempio 9 o 11 !

La detersione del viso deve essere acida o basica?

Estetica Eubiotica: trattamentiiLa detersione va eseguita con prodotti a pH acido, simile a quello cutaneo, perché i prodotti alcalini (basici) lasciano la pelle indifesa dalle aggressioni dei batteri e dagli sbalzi di temperatura. L’uso continuo della classica saponetta da toilette è nocivo perché modifica il pH naturale della pelle verso l’alcalinità ed asporta completamente il film idrolipidico di protezione. Questo film agisce da lubrificante della pelle, da antibatterico e costituisce una barriera che protegge dall’inquinamento e dagli agenti atmosferici. A questo punto, la pelle, defraudata del suo naturale strato protettivo reagisce con un’accelerata secrezione di sostanze idrolipidiche al fine di tamponare l’eccessiva azione sgrassante subita.

Si modifica così la proporzione dei costituenti il sebo epidermico creando disturbi di funzionamento delle ghiandole secretrici: l’epidermide può diventare troppo grassa o troppo secca, troppo acida, troppo alcalina favorendo l’instaurarsi di problematiche estetiche.

La pelle è in grado di riportare il livello del pH al suo valore fisiologico grazie ad un meccanismo chiamato potere tampone. Tuttavia se chiamato in gioco troppo frequentemente questo processo è causa di  affaticamento della cute e può predisporre a invecchiamento precoce. Inoltre con il passare del tempo la pelle perde il suo potere tampone e rimane perciò maggiormente indifesa.

Mi raccomando allora, per la pulizia e il demaquillage usate solo latti o creme detergenti con acidità compresa tra 4,5 e 6,5 (il sapone classico a contatto con l’acqua libera soda caustica e la soluzione acquosa risulta nettamente basica con un pH 10-11).

Quali sono i prodotti da utilizzare per una corretta detersione del viso?

Trattamenti EubioticiIl latte detergente è un’emulsione di olio in acqua che permette di pulire dolcemente e a fondo la pelle, senza bisogno di ricorrere a forti tensioattivi e senza schiuma. La quota grassa dell’emulsione aiuta a sciogliere lo sporco grasso, ma è soprattutto l’emulsionante che rimuove sporco e trucco.

Un’alternativa è la detersione oleosa da massaggiare per qualche minuto per permettere alla è parte grassa di entrare nel follicolo e asportare il sebo in eccesso. Il suo utilizzo settimanale con un massaggio di 10 minuti è un’ottima alternativa dolce al peeling che nell’estetica eubiotica non è ammesso in quanto essa non toglie alcun elemento dell’epidermide ma si pone lo scopo di fornire ad essa tutti gli elementi utili ad un suo corretto funzionamento.

quando si deve detergere la pelle del viso?

Al mattino la pelle presenta solo quelle scorie che sono prodotti di eliminazione della cute stessa, portati all’esterno dalle secrezioni sudorali e sebacee. Alla sera oltre a questi prodotti di rifiuto dell’organismo sulla pelle si trovano le più varie sostanze che durante la giornata sono venute a contatto con essa ( scorie, polveri, pulviscolo atmosferico, maquillage).

La pulizia della pelle è necessaria quindi sia al mattino che alla sera e prima di qualsiasi trattamento estetico.

cos’è la ruga?

Una ruga è una piega sulla superficie della pelle. Essa consiste in un cedimento delle strutture cutanee dovuto ad unacarenza di collagene, dovuta allo stiramento e all’estensione ripetuti di alcune zone della pelle, in particolar modo del viso.

Anche la carenza di elastina, proteina a cui si deve la morbidezza della pelle, ha un certo ruolo.

quali sono le cause della formazione delle rughe?

In generale le cause delle rughe sono di varia natura:

età: a partire dai 30 anni circa la pelle ha sempre meno capacità di trattenere acqua.

fattori genetici e costituzionali: la prima caratteristica che l’epidermide perde è la possibilità di decontrarsi, soprattutto durante quei movimenti continui ed involontari che ogni giorno il viso produce, stendendo e contraendo i muscoli sottocutanei. Per questo le prime rughe si formano soprattutto ai lati della bocca, sulla fronte e fra le sopracciglia. Parte del tessuto connettivo della pelle inizia a danneggiarsi, la produzione di sebo rallenta e si formano le rughe.

fattori ambientali: smog

esposizione al sole: i raggi ultravioletti causano danni diretti alle fibre connettive della pelle. Promuovono inoltre il generarsi nell’organismo di cellule di ossigeno instabili chiamate radicali liberi, responsabili di distruzioni alle membrane cellulari.

fumo: perché rallenta la circolazione impedendo alla pelle di ricevere abbastanza ossigeno.

Le rughe iniziano a manifestarsi mediamente nella donna tra i 20 e i 25 anni di età; nell’uomo tra i 25 e i 30. Non mancano tuttavia casi di rughe precoci dovute all’eccessiva esposizione solare, alla scarsa cura della pelle e all’inquinamento.

come trattare le rughe con i cosmetici?

Scub - EubioticaOgni mattina ed ogni sera, dopo aver lavato il viso collo e decoltee con un detergente appropriato, applicare un crema cosmetica antiage altamente idratante  per trattenere meglio l’umidità e per rendere la pelle più morbida ed elastica. Non dimenticare di applicare il prodotto anche sul collo e decoltee.

Per l’uomo, sotto il mento e lungo i tratti appena rasati, è il caso di applicare una crema apposita dopo barba di qualità.

Maschera per il viso per circa 10 minuti ogni 3-7 giorni..

come si conserva un cosmetico?

Conservare i cosmetici che si mettono in vendita è indispensabile. Nel sentire comune il conservante è una cosa brutta e cattiva, e molti cercano il prodotto “senza conservanti”. Naturalmente è vero che il conservante per avere la proprietà di uccidere i batteri non è di sicuro un ricostituente, e preso puro è un veleno per dirla breve.

Ma le percentuali a cui si usano sono molto basse, ed alcuni di quelli che si usano in cosmetica sono anche di grado alimentare (penso a potassio sorbato e sodio benzoato). Tutto dipende dalla quantità d’uso, e infatti vengono fatte delle prove per trovare la quantità adatta di conservanti.

Cos’è L’Esterica Eubiotica?

EubioticaL’ Eubiotica applicata all’estetica si propone il fine di fornire alla pelle tutte e sole sostanze necessarie, utili e completamente integrate coi suoi cicli di vita, senza privarla di alcun suo componente o elemento. La cosmesi eubiotica, infatti ha come obbiettivo il ripristino del normale equilibrio biologico dell’epidermide e dei suoi sub-strati, mitigando gli effetti che nascono dai suoi eccessi o carenze di equilibrio.  I cosmetici eubiotici contengono le stesse sostanze che servono a nutrire l’organismo e sono biodisponibili dalla pelle al 100%.

Cosa si intende per epilazione?

L’epilazione è l’asportazione del pelo, in tutte le sue parti che sono stelo, bulbo e radice.

Differisce dalla depilazione, dove il pelo viene “tagliato” e non si asporta il bulbo pilifero. Con la depilazione il pelo sembra ricrescere più duro, sebbene sia un effetto temporaneo dovuto al fatto che la superficie di taglio del pelo non si è ancora levigata e il pelo è più corto, quindi più rigido.

I metodi principali con cui viene effettuata l’epilazione sono:

  • la ceretta, fredda o calda
  • la luce pulsata
  • l’uso di epilatori elettrici

Questi metodi sono abbastanza dolorosi, ma con l’abitudine si soffre di meno, in seguito a un indebolimento del pelo, che man mano cresce sempre più sottile e morbido.

In cosa consiste il Callus Peeling?

E’ un trattamento rivoluzionario che elimina la callosità dai piedi senza l’uso delle lame e strumenti metallici. L’anatomia ci insegna che asportare gli ispessimenti cutanei con le lame non si fa altro che accelerare il processo di ricrescita degli stessi.

Notizie recenti

In questo sito utilizziamo dei cookie per migliorare la navigazione e per raccogliere dati di utilizzo. Proseguendo con la lettura di questo sito accetterai l'utilizzo dei cookie. -

In questo sito utilizziamo dei cookie per migliorare la navigazione e per raccogliere dati di utilizzo. Proseguendo con la lettura di questo sito accetterai l'utilizzo dei cookie.

Close